valla/*PLUGIN youtube*/ /*.ytcplayer-wrapper { display: none; }*/ /*error first large video anteprima*/ .ytctitle{ color: #6D6C6C; text-align: center; font-size: 16px; margin: 5px 0 0 0; word-wrap: break-word; } .ytclink{ color: #6D6C6C; text-decoration: none;} .ytclink:visited{ color: #6D6C6C; text-decoration: none;} .ytc-youtubelink a { color: #6D6C6C; font-size: 19px; text-decoration: none; } .ytc-paginationlink{ color: #6D6C6C; font-size: 20px; }
norm:155
menu:93
ani:55
widght:80%
width ani:
style page:page-style5
elem page:0

PIATTI DECORATI

La prima funzione dei piatti è quella di contenere cibi, ma è anche comune il loro uso come elementi decorativi, spesso da appendere alle pareti: pensiamo alle collezioni danesi, oppure ai piatti orientali, di ceramica lavorata in rilievo o di rame decorato, pensiamo ai piatti di vetro di Venini; insomma, è un oggetto che si presta molto bene all’ornamentazione. E allora perché non sfruttarli per applicare anche su di loro le vernici speciali Fantachrome®?

Applicazione sui piatti

In effetti queste si possono usare senza problemi su ceramica, gesso, terracotta, legno, metallo e vetro. Anzi, su questo ultimo materiale l’applicazione può essere fatta dal retro ottenendo un effetto specchio. Si possono seguire i contorni dei rilievi, sottolineare le figure, o tracciare disegni con il gel…

Dipende solo dalla fantasia e dalla creatività e oggetti come i piatti possono diventare gioielli ornamentali per arricchire, rinnovare e ravvivare un ambiente.